domingo, 8 de febrero de 2009

EL KIRPAN NO ES UN ARMA BLANCA (en italiano)


El pugnale Sikh non è arma bianca

SENTENZA. La decisione del tribunale di Vicenza dirime una controversia sull'uso del coltello È un simbolo religioso che i fedeli indossano fasciato all'addome e non possono mai disfarsene
Nell'immagine alcuni fedeli Sikh riuniti in preghiera
Il pugnale Sikh, o kirpan, con lama di 10 centimetri non è un'arma bianca perché non ha le caratteristiche di un oggetto atto ad offendere e, pertanto, non è configurabile per chi lo indossa il reato di "porto abusivo d'armi". L'archiviazione firmata dal gip Eloisa Pesenti pare non abbia precedenti in Italia e rappresenta, di fatto, il nulla osta per i fedeli di questa religione di potere portare il pugnale che è fasciato all'addome e viene consegnato all'allievo del sikhismo alla nascita. L'indagine aveva preso le mosse dal sequestro di un pugnale Sikh a Crespadoro il 28 febbraio 2007 ai danni di Balwinder Singh, 30 anni. Egli l'aveva vissuto con grande sofferenza per quello che per lui rappresenta.Il coltello con punta ricurva della lunghezza di 18 cm e con lama appunto di 10 cm, era infilato in un fodero con iscrizioni in lingua indiana dal significato religioso. Venne sequestrato dai carabinieri e il pm Marco Peraro avviò gli accertamenti di rito mettendo sotto inchiesta il giovane operaio indiano, sposato e regolare in Italia. L'avvocato Paolo Mele senior per conto di Singh ha prodotto una voluminosa documentazione per provare che il pugnale non è un'arma, ma ha palese significato religioso pari a una medaglia raffigurante la Madonna per un cristiano.Il pugnale si chiama kirpan e del suo utilizzo si è molto discusso anche in Inghilterra, dove gli indiani di religione Sikh costituiscono un'importante comunità. Come, fatte le debite proporzioni, quella nel Vicentino insediata nella zona Ovest, soprattutto tra le vallate del Chiampo e dell'Agno, con la presenza di un centro di ritrovo e preghiera a Castelgomberto. «La questione rilevante - osserva Mele sr. - è che il pugnale è un simbolo molto forte perché ad alcuni membri della comunità sikh fino dalla nascita sono conferiti i cinque simboli "k". Uno di questi è appunto il "kirpan" e chi lo indossa non può per alcun motivo utilizzarlo come arma perché il suo credo glielo impone». Il porto in luogo pubblico del kirpan nel 1986 è stato al centro di un dibattito in Inghilterra tra favorevoli e contrari, fino quando il ministro dell'Interno confermò che i Sikh potevano indossare il kirpan in qualsiasi luogo, essendo parte del loro credo religioso. Non a caso in talune nazioni essi viaggiano con il pugnale anche sugli aerei e ai controlli con i metaldetector esibiscono un attestato per ribadire che «il kirpan è concepito per il fine dell'osservanza religiosa - come spiega un rappresentante Sikh della comunità vicentina - e non per causare un danno». «È impensabile che un individuo possa portare il kirpan - conclude - per usarlo contro qualcuno. Come dite voi è blasfemo». D'ora in poi, alla luce del provvedimento del gip Pesenti, i Sikh potranno portare legalmente il pugnale.